benzonifabrizio
Sto caricando...

Carlo Calenda, Azione e l'emergenza #coronavirus.

Oggi Carlo Calenda scrive in una mail :

Cari ,
in questo momento difficile nessuno può chiamarsi fuori e Azione sta mettendo le proprie competenze a disposizione del Paese. Walter Ricciardi sta collaborando con il Governo sul fronte sanitario e abbiamo inviato una settimana fa al Presidente del Consiglio un piano molto dettagliato per il rilancio dell'economia.

Siamo davanti a una sfida epocale e l'Italia deve investire tutte le risorse necessarie per fronteggiare l'emergenza sanitaria ed economica. La cosa importante è come spendere queste risorse in modo efficace, per evitare la terza recessione in 10 anni, che sarebbe fatale per il nostro sistema produttivo.

Abbiamo analizzato il decreto "Cura Italia", un provvedimento che prevede interventi soprattutto sul breve periodo e che dovrà essere seguito immediatamente da nuove misure per il rilancio della crescita economica, attraverso un piano straordinario di stimolo agli investimenti pubblici e privati.

Il decreto contiene cose buone, a partire dalle misure adottate in ambito sanitario, su cui vengono finalmente investiti molti soldi. Anche la parte sugli ammortizzatori sociali, comunque migliorabile, è molto importante perché stabilisce che la cassa integrazione in deroga può essere estesa a qualunque azienda.

Quello che invece proprio non ci convince riguarda le garanzie date ad autonomi e partite IVA, che devono essere tutelati esattamente come gli altri lavoratori in cassa integrazione, e il trattamento riservato alle medie imprese (con più di 250 addetti) che non hanno accesso alla moratoria con le banche né al Fondo Centrale di Garanzia.

Nel documento che abbiamo inviato al Presidente del Consiglio ci sono molte altre proposte di miglioramento - su sanità, fisco, imprese, banche e sostegno all'occupazione - come sempre dettagliate. 

Oggi il corpo economico del Paese è in ibernazione ma l'ibernazione necessita nutrimento, per questo va garantito a ogni costo il mantenimento dei posti di lavoro e la liquidità.
Perché in guerra c'è una sola regola: vincere la guerra. 


Reazioni: 
Futuro 5042999865273890643

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti