benzonifabrizio
Sto caricando...

100 matrimoni, nessun funerale e tanti bei ricordi

Molti pensano che fare il Consigliere Comunale sia semplice. Poco impegno (non fan nulla quelli li in Comune), grandi guadagni. In realtà l'impegno (per i tanti che lo fanno con serietà) è davvero molto gravoso, dalle commissioni ai Consigli, dall'ascolto dei cittadini alla risoluzione dei loro problemi, per non parlare del tempo che si deve dedicare a studiare, prepararsi, incontrare persone per approfondire. 



Allo stesso tempo, il riconoscimento economico è decisamente irrisorio ma questo aspetto molti faranno sempre finta di non capirlo.

Di tutto ciò ne ero consapevole, ho voluto la bicicletta e ora pedalo. Ogni tanto mi infervoro solo quando qualche qualunquista non capisce le ore che passiamo "li dentro" a litigare, sbraitare, più semplicemente lavorare in quello che crediamo sia l'interesse dei nostri cittadini (sia che siamo in maggioranza sia che siamo in opposizione). Ma sopratutto non capisce che se passassi quelle ore al computer a dedicarmi al mio lavoro, guadagnerei decisamente di più.



Quello che non mi aspettavo era avere cosi poche occasioni di soddisfazione politiche e personali. Quanto fai una cosa molto bella, va tutto nel dovuto, quando organizzi qualcosa di storico, l'anno dopo rientra già nella routine, qualunque cosa fai c'è qualcuno che l'avrebbe fatta meglio. Se cambi, sbagli, se non fai nulla sbagli lo stesso. 

Eppure la passione non mi/ci ferma, anzi, ci carica.

Senza il mio gruppo consiliare non sarei e farei nulla, perché condividiamo oltre che alle scelte politiche, una parte di vita insieme che cerchiamo di vivere, nei momenti più belli e più brutti, sempre con il sorriso stampato sulle nostre labbra.


Fortunatamente qualche soddisfazione ce la prendiamo anche noi.

Ci sono dei momenti in cui ti senti fiero, quando la gente non ti conosce e parla bene della città per esempio, quando i turisti ti chiedono informazioni e ti fanno i complimenti per ciò che hanno visto, quando semplicemente apri la mail o Facebook e trovi qualcuno, di più o meno conosciuto che ti dice grazie.

In tutto ciò ho una soddisfazione in più. Due settimane fa ho celebrato il mio centesimo matrimonio. Si, sono a quota 100 (ormai 107). Quante ne ho viste in questi due anni, quanti imbarazzi, quante coppie improvvisate, quante felici, quante risate, quante battute, quante lacrime. A trovare il tempo sarebbe da scrivere un libro ma se ci penso, davvero, essere Consigliere Comunale permette anche grandi privilegi e celebrare, è uno di questi.




Svegliarsi all'alba anche il sabato mattina non è di certo la mia aspirazione più grande, ma quando torno a casa a pranzo, dopo aver celebrato coppie che ho visto innamorate, non solo provo tanta invidia, ma incasso una carica emotiva tale da camminare a tre metri da terra per intere giornate.

Potrei raccontare talmente tante cose successe in queste 100 celebrazioni da riempire libri, dall'anello messo al dito sbagliato che non esce più, allo sposo con il chewingam in bocca, dalla sposa che arriva con la borsina della spesa a quella con il boa rosso, dallo sposo in kilt al patito di Star Trek, dal bacio interminabile di due anziani sposi al loro secondo matrimonio a quello "censurabile" di due ventenni. In tutto ciò ci sono i loro sguardi, i sorrisi, la tensione, le intese, le lacrime, le emozioni, momenti indimenticabili.



E tu sei di fronte a loro, le vedi tutte, vedi le gomitate di lei quando dici il termine fedeltà, vedi lui che cerca la mano di lei con ansia e non la trova, vedi le loro gambe che tremano, i loro amici felici e i genitori in lacrime. 

E non posso non pensare che se tutti coloro che oggi siedono in parlamento, avessero avuto l'opportunità di sposare come consiglieri comunali due qualsiasi persone che si amano, avrebbero di certo capito che l'amore va oltre ogni cosa, va oltre l'età, il sesso, la religione, la razza, i pregiudizi;  l'amore è contagioso, è dilagante, è l'energia che ci da vita!

Purtroppo non è cosi, e molti di loro pensano l'amore sia un diritto riservato a pochi, forse perché, non sanno di cosa parlano.

Di sicuro non riusciranno a convincermi!!!!



Ci sono anche molti invidiosi che pensano che celebro tanto perché cosi raccimolo gettoni di presenza! 
Fortunatamente, nessun gettone è dato al celebrante (e dico fortunatamente altrimenti vorrebbero celebrarli in molti!). 

Oddio, qualche volta un bicchiere di vino, l'invito ad una cena o ad una festa arriva, e a quelli, non dico mai di no!
Reazioni: 
traguardi 6203451594559031313

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti