benzonifabrizio
Sto caricando...

#Expottimisti ed #Expobugie

Lo ammetto, parto prevenuto, in senso positivo. Il bello di avere un blog è anche quello che potete andare indietro nel tempo a cercare cosa scrivevo di Expo2015 prima del suo inizio. Certo, aver vissuto da vicino #Shangai2010 mi ha aiutato, lo ammetto, almeno nel capire cosa sarebbe stato davvero Expo.




Sicuramente rileggendo i miei post emergono due aspetti: sono sempre stato #expottimista ma soprattutto, non ho mai pensato Expo2015 potesse risolvere i problemi alimentari del mondo, nè tantomeno essere attinente al 100% con il tema, bensì ho sempre scritto come potesse essere evento trainante per Milano, Lombardia e Italia.

La gente dimentica facilmente, ha già dimenticato quanti dicevano: "Ma chi cazzo volete che vada a Rho" (il riferimento ai grillini è puramente casuale), ha già dimenticato tutti coloro che dicevano, "ma chi cazzo volete che venga dall'estero per Expo?".

Poi, per sei mesi, di fronte a code infinite, alberghi e ristoranti pieni (a prezzi esorbitanti) in tutta Milano, sono spariti. Nessun post si è visto per mesi da parte dei gufi.


Non avrei voluto fare un post sui grandi risultati di Expo dopo la chiusura, eppure, mi tocca.

Perchè gli #exposcettici  (per usare un termine carino) sono tornati, e in rete fanno girare un semplicissimo grafico che viene man mano condiviso da tutti quei "corvi" che come sempre si svegliano la mattina in attesa di una brutta notizia da condividere, per poter sfogare le proprie ansie da prestazione. 

Caspita il dato è esorbitante: Expo2015 è costato 18 miliardi e ha incassato 410 milioni. Due dati che stanno facendo il giro dei social come sempre con il sistema, me ne frego della veridicità del dato, non ci ragiono e condivido, magari con un bel commento, "tutti ladri", "a casa i politici" o l'immancabile "li davate a me questi soldi"

Eppure è evidente che il ragionamento è totalmente idiota! Nessuno, mai e poi mai si sarebbe sognato di creare un Esposizione Universale in cui i biglietti potessero pagare l'evento. Se qualcuno vuol farvi credere, vi reputa meno intelligenti di quanto pensiate. Cosa ha realmente provocato Expo al Sistema Paese? Su questo bisogna ragionare, senza essere miopi sul fatto che evidentemente, come sempre in Italia, su Expo come su ogni opera pubblica qualcuno ci ha lucrato, e fortunatamente la magistratura sta facendo il proprio corso.

E allora, quale indotto ha prodotto Expo sul Sistema Paese?

Io riassumo due dati, mi piacerebbe che ognuno potesse documentarsi da se, magari leggendo questo bellissimo studio effettuato dalla Camera di Commercio di Milano sui benefici a Milano, alla Lombardia e all'Italia di questo evento internazionale.

Cliccate qui per visualizzarlo.

Mi permetto di riportare solo due dati:

Produzione Aggiuntiva dovuta ad Expo: 23,6 miliardi di Euro (chiaramente suddiviso in più anni)

Unità di lavoro Annue dovute ad Expo: + 191.000

Il documento è molto completo, trovate ipotesi, valori per settore e via dicendo...

Altri dati su cui ragionare: 

150 milioni di commesse dirette per le aziende bresciane

500 mila notti in più registrate in provincia di Brescia.

Ecco, ora possiamo ragionare, invece di condividere stupidi link che vogliono dire nulla.

Perchè il vero ragionamento è: avremmo potuto spendere di meno? (in un paese non corrotto???), avremmo potuto ottenere risultati migliori?? avremmo potuto ottenere risultati differenti spendendo la stessa cifra in altre iniziative??? Avremmo potuto fidelizzare un numero maggiore di turisti se il sistema turistico milanese non avesse aumentato del 200% i prezzi nel periodo di Expo? Come non sprecare gli investimenti fatti immaginando un futuro del sito Expo che provochi valore aggiunto per Milano?



Questo dovrebbe fare la politica, pur sapendo che del senno di poi ne sono piene le fosse!

I corvi hanno rotto le scatole, serve una classe politica che torni a fare politica, ad essere lungimirante. Magari una nuova classe politica, che spazzi via quella che è oramai non ha più l'eta per programmare il futuro, le capacità tecnologiche per immaginarla, la coscienza pulita per immaginare un futuro senza corruzione e con una giustizia che funzioni.

Ultimo sassolino. Ancora c'è chi dice che l'Albero della Vita è brutto, trash, pacchiano.
Ognuno ha la sua opinione evidentemente, vedo molte autovetture che mi sembrano pacchiane, trash e brutte, eppure ne girano un sacco. Chissà quanti lo pensano della mia. Il punto non è quello. Quale visibilità ha avuto nel mondo l'Albero della Vita, costruito in tempi record grazie al coraggio degli imprenditori bresciani contro tutti e soprattutto contro la burocrazia? E' o non è il simbolo indiscusso di Expo, la cosa più fotografata che ha girato per il mondo? Ha o non ha portato importantissimi contatti e commesse a tali imprese bresciane? Ha o non ha insegnato alle aziende a mettersi insieme, a fare sistema, a mettersi su un mercato globale sfruttando le proprie sinergie?



Su questo bisogna ragionare, poi certo, il partito dell'"io l'avrei fatto più bello" vince sempre, ma sono gli stessi che avrebbero criticato qualsiasi altra cosa, per lo meno non progettata da loro!






Reazioni: 
visitatori 1022985194385150634

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti