benzonifabrizio
Sto caricando...

E se l'Albero della Vita tornasse a Brescia?

L'Albero della Vita rimarrà per sempre una delle opere più amate e criticate della storia. Ogni Expo ha lasciato un opera sul territorio, dalla Tour Eiffel di Parigi, all'Atomium di Bruxelles. Ad Expo svetta l'Albero della Vita che risulta lo spettacolo più fotografato e ripreso sui social network come reale e unico simbolo di questo Expo. Molti sono stati gli scettici, "è brutto" scrivevano, "Expo sarà un flop e non lo guarderà nessuno", si diceva. 




Alcuni di loro, dopo aver visto lo spettacolo serale (di seguito uno dei video ho fatto nelle numerose visite), hanno cambiato idea, altri, rimangono sulle loro posizioni. Ma che l'Albero della Vita sia e rimarrà il simbolo di Expo Milano 2015 c'è poco da dire.



Ora rimane aperta una partita. Cosa succederà all'albero della Vita dopo la fine di Expo? Tenerlo li dov'è? Spostarlo a Milano che già lo reclama o riportarlo a Brescia che l'ha progettato e ricostruito grazie al consorzio "Orgoglio Brescia"?

Sul Corriere Brescia del 5 settembre 2015, Giancarlo Turati, membro della giunta Aib con delega ad Expo, dichiara che ad oggi ci sono il 60% delle possibilità che ritorni a Brescia, il 40% che resti a Milano.




Prefigura due ipotesi come collocazione: il Parco Tarello o il casello Autostradale.




Fino al 29 febbraio 2016, il Consorzio che l'ha costruito ha diritto a riprenderselo per 1 euro. Rimane il problema dei circa 500.000 euro da spendere per smontarlo e rimontarlo.

Io credo possa valere la pena averlo nella nostra città, un ulteriore simbolo per Brescia.

Voi cosa ne pensate?



Reazioni: 
parco tarello 6537182853869317378

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti