benzonifabrizio
Sto caricando...

Unioni Civili: laici-cristiani e ruoli di garanzia! Comunicato Stampa del Gruppo Consiliare di Brescia per Passione


10 mila firme con un messaggio chiaro:

No ai registri comunali delle unioni di fatto. No ai matrimoni omosessuali. No alla ideologia gender che considera «soggettiva» e variabile l’identità maschile e femminile.
Sì a politiche che sostengano la famiglia e a un’educazione «che accompagni i più piccoli nella scoperta e nella consapevolezza del loro essere femmine e maschi.




Un documento firmato da molti esponenti anche del nostro consiglio comunale, in un idilliaco affare bipartisan che su questi temi trova sempre larghe intese.



Ecco il comunicato del Gruppo Consiliare di Brescia per Passione sul tema:

Il documento dei laici-cristiani sul matrimonio e contro le unioni civili, documento che abbiamo tutti letto in questi giorni , richiede una riflessione di metodo e di merito che non può essere liquidata in poche righe e in poco tempo. Per questa ragione il gruppo Consiliare di Brescia per Passione si riserverà iniziative di approfondimento e di comunicazione . Il tema della laicita' delle istituzioni, le battaglie per i diritti civili , che vanno oltre il registro delle coppie di fatto, sono nel DNA del nostro gruppo e sono patrimonio dei tanti  cittadini che questi diritti se li vedo negati. Con questo comunicato ci limitiamo ad una considerazione politica relativa alla firma apposta sul documento dal Presidente del Consiglio. 


Il Presidente Ungari e' senz'altro libero di esprimere i propri pensieri e le proprie opinioni ma quando appone la sua  firma su un documento che di fatto nega la possibilità di giungere sulla materia ad idonei  atti amministrativi , chiude ogni porta alla possibilità di  lavorare nella  Commissione Statuto da lui presieduta per dare una risposta ai cittadini che hanno firmato la petizione per il registro delle unioni civili. Siamo in una delicatissima fase di dibattito e, con questo gesto, lui si è precluso e ci ha precluso ogni possibilità di dialogo, si è auto delegittimato dal ruolo super partes che gli spetta nella commissione statuto , non rappresentando l'insieme della comunità politica e non rappresentandoci. Di questo suo autogol si deve assumere ogni responsabilità . 



Noi  decideremo se quel tavolo che lui presiede ha ancora dignità politica per prendere una decisione che sembra ormai presa in altri luoghi. A lui, tutto l'onere di aver rotto la maggioranza che stava faticosamente cercando un canale di dialogo e di confronto per arrivare ad una decisione condivisa, un obiettivo non facile ma al quale avevamo aderito nella convinzione che anche piccoli passi possono essere utili ad una giusta causa . Per finire una domanda ce la siamo posta: come possono essere accumunate dalla " stessa fede cristiana" persone come Ungari o Ferrari (Lucia) con Il Consigliere Gallizioli che si e' caratterizzato in questi anni per campagne farcite da slogan improntati all'  intolleranza e alle discriminazioni?

Gruppo Consiliare Brescia per Passione
Mafalda Gritti
Fabrizio Benzoni




Reazioni: 
Ubicazione: Brescia BS, Italia
unioni civili 2454888985496644765

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti