benzonifabrizio
Sto caricando...

Abbattimento Barriere Architettoniche presso Ufficio Anagrafe del Broletto (Appunti dalla Commissione Lavori Pubblici)

L'impegno economico per un totale abbattimento delle barriere architettoniche del Broletto è corposo e si è proceduto per una logica gradualistica per un progetto complessivo di restyling (anche organizzativo interno degli uffici) che richiederà più Step

Questo è il primo per risolvere una priorità che è l’Abbattimento delle barriere architettoniche. Oggi per entrare bisogna fare quel grande scalone famoso per i matrimoni sormontabile solo usando l’ascensore dell’emeroteca aperta però in orari differenti dagli uffici



I Lotto funzionale

Riutilizzo di un vecchio montacarichi come nuovo elevatore nell’androne dell’ingresso da via Cardinal Querini.

Sistemati tre accessi affinchè siano complentamente accessibili anche per disabili

Si è scelto per un elevatore invece che un ascensore perché richiede meno volume da scavare riducendo i rischi di bloccare i lavori.

Nel corso dei lavori andranno verificate alcune strutture su cui risultano alcune crepe. Si interverrà quindi con un consolidamento di alcune in struttura e di messa in sicurezza.

Il vano ascensore sarà in un vano in acciaio.

Il broletto ora

Prima fase di un progetto ambizioso per proporre alla cittadinanza un servizio anagrafe (elettorale, stato civile, anagrafe) tutto al piano inferiore.  Il secondo step sarà infatti la riorganizzazione di tutti gli spazi a piano terra al fine di accogliere tutti gli uffici comunali (oggi utilizzati come archivio).

Le attività all’utenza al piano terra con sale d’attesa comode e moderne a disposizione degli utenti sono un requisito fondamentale per avere indici di soddisfazione ed evasione veloce delle pratiche.

Terzo Step riguarda anche la creazione di un ufficio polifunzionale per avere operatori in grado di gestire tutte le tipologie di utenza.  Si è iniziato dal servizio anagrafe con operatori che non hanno più una mansione specifica ma che sono in grado di svolgere tutte le attività del servizio.
Una volta concluso questa fase, si procederà ad integrare i servizi (anagrafe, stato civile, elettorale).

Si dovrà ottenere questo risultato continuando a garantire gli standard di evasione delle pratiche.

Nel frattempo  si avvia un'ulteriore attività per smantellare gli archivi attuali in cui sono conservati i vecchi stati di famiglia e cartellini individuali attraverso l’archiviazione ottica. Il cartaceo verrà portato a Sanpolino nell’anagrafe decentrata.

Il progetto complessivo durerà circa 3 anni.

Gli archivi attuali sono veri e proprio reperti di archeologia industriale e quindi questo piano di ammodernamento va nella direzione di una migliore gestione dell’archivio, di messa in sicurezza, di rispetto delle normative.
Il 90% di quello contenuto negli archivi è oramai presente nell’archiviazione ottica. Si riduce la possibilità che il dipendente debba andare in archivio a consultare una pratica.

Mattia Margaroli - Forza Italia



Spesa complessiva per la prima fase?
Tutto il mondo si muova verso l’informaticizzazione dei servizi anagrafici, si pensa agli uffici ma quali investimenti si faranno nel web?
Quali sono in vantaggi economici di questo investimento?

Federico Manzoni - Assessore PD



235.000 euro

Sanna - Dirigente Comune di Brescia

Sviluppo informatico del settore: delle 78 persone presenti solo qualche anno fa, oggi sono 65 dipendenti comprese le anagrafi decentrate. Personale che  eroga il doppio dei servizi del passato.
L’archiviazione ottica (informatizzazione delle informazioni) ha permesso di ridurre notevolmente i tempi per dare una risposta, il numero di operatori necessari.
L’archiviazione ottica ci consente di avere con immediatezza i risultati, che prima venivano fornite in giornate successive.

L’informatizzazione ci consente di velocizzare le procedure elettorali con risparmi di ore straordinarie notevoli per il personale.

L’informatizzazione permette di avere registri in tempo reale.

Molte richieste e denunce possono essere fatte online (certificati di morte, permesso di seppellire etc).

Questo ha permesso di fornire sempre più maggiori servizi con un numero di dipendenti sempre inferiori.

Comunicare ai cittadini la possibilità di fare online una serie di servizi è una cosa su cui si sta investendo.

Tagliani - Comune di Brescia

La legge permette già oggi di: presentarsi allo sportollo, inviare un fax, inviare una raccomandata, mandare un mail via posta certificata. Il problema è che esiste una valanga di persone che vogliono il contatto fisico. L’abbattimento avuto con la procedura via fax raccomandata e PEC è di circa 3.000 richieste/anno su 14.000  circa.
C’è un aspetto di natura psicologico che fa scegliere alle persone di recarsi allo sportello. Sul sito c’è tutta la modulistica e si possono effettuare le pratiche online, ma la stragrande maggioranza delle persone preferisce ancora recarsi allo sportello.

Nicola Gallizioli - Lega Nord



Criticità il fatto che l’ascensore non arrivi all’ultimo piano e quindi alla sala dei cavalieri. Con questa soluzione si risolve in parte il problema del palazzo. Un turista che vuol vedere la sala dei cavalieri farà tre piani in ascensore, attraverserà l’anagrafe e salirà l’ultima rampa.
A sanpolino si prende la vecchia sala della circoscrizione e la si trasforma in un archivio con alcuni lavori edili. L’investimento che viene fatto li quanto costa?

Ing. DelGrosso - Comune di Brescia

La sovrintenza ha bloccato qualsiasi progetto per far entrare l’ascensore all’ultimo piano (sala dei cavalieri)

Sanna - Comune di Brescia

L’investimento per Sanpolino riguarda tre porte taglia fuoco. Le strutture da acquistare avrebbero comunque sostituito quelle presenti in quanto, non essendo gli impianti a norma, non hanno mai ricevuto certificazione dei vigili del fuoco.

Francesco Puccio - X Brescia Civica



La parte dell’ascensore è minimale. Vogliamo sapere il progetto funzionale complessivo di ridistribuzione degli uffici.
Fare una commissione su tutto il progetto complessivo.

Anna Braghini - PD



Intervento necessario di cui si sentiva l’esigenza.
Dove si presume parcheggino i disabili nelle vicinanze?

Federico Manzoni - Assessore PD



Benefici economici del primo lotto è un beneficio sociale (non concretizzabile in termini economici).
L’intervento più ampio, in cui lo sviluppo architettonico è volto ad un miglioramento funzionale della gestione, in questo caso avrà anche degli evidenti benefici economici.
Reazioni: 
Ubicazione: Provincia di Brescia, Piazza Paolo VI, 25122 Brescia BS, Italia
disabili 6190937982687529289

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti