benzonifabrizio
Sto caricando...

Il regolamento di Polizia Locale, gli skateboard e il buonsenso

Qualche settimana fa, dopo una conferenza stampa in cui si vantavano i risultati dei moltissimi controlli estivi della Polizia Locale, Brescia per passione aveva diffuso un comunicato per esprimere la nostra opinione in merito a quanto riguardava gli skateboard ma soprattutto al Regolamento di Polizia Locale ad oggi esistente che, come diciamo da tempo, richiede a nostro avviso un accurato e veloce aggiornamento.



Ecco il nostro comunicato completo:

"Nei giorni scorsi è stato diffuso il bilancio estivo della Polizia Locale, bilancio assolutamente positivo che ha mostrato l’impegno delle forze di polizia della città nei confronti di tutti quei fenomeni di degrado che, complice la crisi, stentano a diminuire: accattonaggio, venditori e parcheggiatori abusivi, bivacchi, prostituzione, spaccio di droga.

Un grande ringraziamento va quindi alle nostre forze di polizia, impegnate quotidianamente al contrasto di queste pratiche abusive non senza problemi e rischi per gli agenti stessi.

In un momento di crisi economica queste situazioni tendono naturalmente ad aumentare cosi come nel resto d’Italia mentre, allo stesso tempo, i vincoli di bilancio impongono meno risorse per il contrasto.

Ecco perché riteniamo che la scelta delle priorità diventi oggi ancor più del passato, fondamentale.

E mentre i vigili faticano a contrastare quegli elementi di criticità noti a tutti, noi crediamo che sia quantomeno superfluo che vengano utilizzati per rincorrere e multare ragazzini con lo skateboard in Piazza Vittoria, premesso tra l’altro che nessun cartello è esposto per avvisare di tale divieto.

Non solo ci sentiamo di condividere le lamentale delle tante mamme arrivate in questi giorni, ma crediamo che l’idea di centro storico vissuto e felice contempli anche questo.

Maggior flessibilità nei confronti dei ragazzi con gli skateboard, o di coloro che suonano allegramente nelle vie della città, maggior inflessibilità nei confronti di chi sporca, chi scrive sui muri, chi bivacca, chi ne approfitta per urinare negli angoli della città, chi importuna i clienti dei bar e dei nostri esercizi commerciali, di chi vende merce abusiva nelle vie della città.

Queste multe sono il frutto di un regolamento di Polizia Municipale inflessibile e miope voluto dalla Giunta Paroli che non ha saputo ne risolvere i problemi della città, ne tantomeno differenziare fra chi crea problemi e chi invece contribuisce a costruire il carattere e la vitalità di un centro storico. Questo regolamento non disegna la città che vorremmo e quest’amministrazione non deve aver paura a rivederlo al fine di migliorarlo e intervenire sulle urgenze, con maggior tolleranza invece su quegli aspetti della vita di una città che contribuiscono a renderla appunto viva!
Le criticità di quel regolamento, a suo tempo da noi contestato, sono molteplici. Ne approfittiamo delle proteste delle mamme  per richiamare l’attenzione sulla necessità di rivederlo.

Brescia per Passione intende infatti portare all’attenzione del Sindaco, dell’ass.re competente e dell’intera giunta, il tema del Regolamento di Polizia Municipale, consapevoli di poter trovare in loro condivisione e voglia di lavorare insieme al fine di dare ai cittadini una nuova idea di città.

Ed in una città come noi la vorremmo, non solo si dovranno mantenere le aree periferiche dedicate agli skateboard, luogo di aggregazione nei quartieri, ma si dovrà consentire l’uso degli stessi anche nel centro storico. Perchè una città fatta di sport e di ragazzi, è una città bella in cui passare il tempo insieme, divertendosi in un clima di calore e festa. Perché una città con la musica nelle sue strade e nelle sue stazioni della metropolitana può essere una città felice.

E basta guardare a tante città italiane, ma soprattutto alle città europee, per capire come non solo vengano incentivati i musicisti di strada nelle stazioni della metropolitana, ma vengano progettate le piazze per favorire l’aggregazione e la fruizione anche dei giovani con skateboard oltre all’organizzazione di veri e propri corsi e concorsi proprio nelle principali piazze della città anche per spiegare ai ragazzi stessi come divertirsi rispettando i passanti. Al contrario, nelle stesse città, si vede come non vi sia nessuna tolleranza nei confronti di coloro che “taggano” i muri, lasciano sporcizia, bivaccano"




Il 10 settembre, un ottimo articolo a firma Emanuele Galesi riprende il tema sul Giornale di Brescia con una riflessione che ritengo ottima.


Lo riporto di seguito.


Erano stati multati, in quattro, e identificati, in sedici. Ma ad andarsene non ci pensano proprio.

A punire gli skater, tra luglio e agosto, erano stati gli agenti della Polizia locale, durante i controlli contro chi vende abusivamente cappellini, occhiali e altra merce, contro chi chiede (abusivamente) la carità, e contro chi usa «impropriamente», così recitava il comunicato, lo skate.

I ragazzini finiti nel mirino dei vigili in piazza Vittoria per non aver rispettato il Regolamento di polizia urbana (lo stesso che vieta di mangiare un panino al parco o di legare le bici ai pali, norma contro cui aveva protestato un numeroso gruppo di ciclisti con un bike mob capeggiato da Laura Castelletti) erano stati pure difesi da Mafalda Gritti e Fabrizio Benzoni, consiglieri comunali di Brescia per passione. 

«Mentre i vigili faticano a contrastare elementi di criticità noti a tutti, noi crediamo che sia quantomeno superfluo che vengano utilizzati per rincorrere e multare ragazzini con lo skateboard in Piazza Vittoria, premesso tra l’altro che nessun cartello è esposto per avvisare di tale divieto», scrivevano i due, appellandosi a una maggiore tolleranza. 
Non è chiaro se il loro messaggio sia stato ascoltato. Di sicuro, piazza Vittoria resta il regno degli skater. E in questi giorni di fine estate, con le scuole ancora (per poco) chiuse, non c'è momento della giornata in cui la zona degli scalini non venga usata dai ragazzi sulla tavola per le loro evoluzioni. Le ruote che scivolano, gli skate che atterrano: tutti suoni tornati ad essere connaturati alla piazza, dopo anni di chiusura per i cantieri. A volte, più del regolamento, conta il buonsenso"

Il percorso di dialogo con Sindaco e Assessore è iniziato, vi aggiorniamo.
Reazioni: 
Ubicazione: Piazza Vittoria, Brescia BS, Italia
skateboard 1500950111589894497

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti