benzonifabrizio
Sto caricando...

C'è qualquadra che non cosa per le Elezioni Provinciali!

Sulla questione delle Elezioni del Nuovo Consiglio Provinciale, quello che con la Riforma Renzi trasforma gli eletti in nominati, si legge molto sui giornali in questi giorni.





Anche per chi fa politica è divertente dover leggere tutto da li, perchè le decisioni, i dibattiti, le liste, sono state decise nelle stanze del potere di PD e Forza Italia.

Non solo i partiti si sono dimenticati di coinvolgere i loro stessi iscritti, non solo NON si sono avviati dibattitti sul programma e sulle questioni che la nuova Provincia dovrà affrontare, ma sono ben pochi i sindaci e gli amministratori della Provincia ad essere stati interpellati. E pensare che saranno gli stessi sindaci a dover prendere, a maggioranza, grandi decisioni all'assemblea come ad esempio, l'approvazione del Bilancio.

Come per loro, questo metodo ha riguardato anche il nostro gruppo consiliare, che nonostante faccia parte di una maggioranza di Centro Sinistra in Consiglio Comunale, mai è stato coinvolto in un dibattito, un ragionamento, un incontro. Come noi, del resto, le altre forze civiche presenti in Consiglio Comunale. E pensare, che il voto di uno solo di noi, vale 470 voti circa (il meccanismo di voto è proporzionale al numero degli elettori)




Fortunatamente anche nel PD, non tutti la pensano allo stesso modo, e dopo che ieri si è votata nella direzione provinciale, una lista bloccata di 16 nomi frutto dell'accordo PD-Forza Italia-NCD-UDC, un gruppo di Sindaci di natura civica e di area di Centro Sinistra, ha messo in piedi una lista alternativa a quella che già in molti definiscono "porkata".

Ecco perchè, com'è naturale, Brescia per Passione ha deciso di sostenere questa lista (sempre che si riesca a costruirla e raccogliere le firme entro lunedi mattina) che vede al lavoro decine di amministratori con i quali ci confrontiamo spesso sulle scelte, le difficoltà, le buone azioni intraprese ed esportabili. Non vedrete nella lista il mio nome, ne quello del mio capogruppo Mafalda, crediamo che siano davvero i sindaci dei Comuni a meritare di rappresentare in Provincia le difficoltà e le risorse che provengono dai territori.






Di seguito il Comunicato Stampa del nostro Gruppo Consiliare.


La “riforma” delle Province, che dovevano essere abolite e invece sono “trasformate”, ha aperto una fase di dibattito-scontro dentro e tra i partiti anche a Brescia.

Sottolineiamo “dentro i partiti”, perché nessuno di questi, su una riforma cosi importante, ha sentito la necessità di aprire un confronto e coinvolgere nel dibattito quel vastissimo patrimonio di Sindaci e amministratori che, attraverso il loro impegno nelle liste civiche, e con sempre più difficoltà, amministrano moltissimi comuni della nostra provincia.

Accertato che la legge prevede che la Provincia di Brescia, che sarà chiamata “Area Vasta”, sarà gestita non più da amministratori eletti ma da nominati, quello che a noi pare davvero inaccettabile è il metodo del confronto dentro il Centro Sinistra con il quale si sta arrivando alla data delle votazioni del Nuovo Consiglio Provinciale.

La strada intrapresa e tenacemente perseguita dal Partito Democratico è stata quella non del confronto dentro il Centro Sinistra, ma al contrario, di un accordo con il Centro Destra con lista bloccata.

Fino a ieri ci siamo augurati che la contrarietà a un simile accordo, mai sottaciuta da molti Sindaci e amministratori, insieme a qualche autorevole esponente del PD bresciano, inducesse a cambiare percorso aprendo un dialogo e un confronto con le realtà civiche presenti sul nostro territorio e fortemente radicate nella città capoluogo. Al contrario PD, Forza Italia, Nuovo Centro Destra e UDC si sono ben attrezzati per concordare preventivamente le liste e i candidati concordati fra loro con una spartizione dei posti e degli incarichi.

Vogliamo sottolineare come questa scelta non potrà che aumentare il già forte vento dell’antipolitica che allontana sempre più non solo i cittadini ma anche molti amministratori dalle scelte importanti che riguardano il nostro territorio.


Per queste ragioni “Brescia per Passione” sosterrà la Lista Civica promossa da molti Sindaci e amministratori del Centro Sinistra che, come noi, non ha condiviso le scelte dei partiti e l’accordo Partito Democratico-Centro Destra.

Reazioni: 
Ubicazione: Brescia BS, Italia
sindaci 2290756727284797079

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti