benzonifabrizio
Sto caricando...

Analisi Merceologica dei Rifiuti di Brescia. Appunti dalla Commissione Ambiente

Obiettivi del cambio delle modalità di Raccolta Rifiuti:
  • Aumentare la % della Raccolta differenziata da circa il 40% a circa il 65%
  • Aumentare il quantitativo dei rifiuti effettivamente trattati
  •  Investimento  da parte di A2A in un nuovo stabilimento per il riciclo del Vetro nella provincia di Asti
  • Investimenti per trasformare l’organico in Compost e Biogas
  • Differenziazione della Plastica ai fini del recupero. Investimento in un impianto non A2A
  • Investimento nei termovalorizzatori per incrementare le rendite e il recupero delle ceneri pesanti
  • Controllo nei confronti dei conferimenti impropri
  • Favorire la riduzione della produzione dei rifiuti pro-capite
  •  Responsabilizzazione dell’utente
  • Consentire la Tariffazione Puntuale


Cosa accade ad oggi a Brescia?

Raccolta effettuata tramite contenitori ad accesso libero. Solo Plastica e Indifferenziato oggi vengono raccolto solo cosi, per Carta, Vetro e Rifiuti Organici ci sono modalità differenti:
-Carta e Cartone: ritiro a domicilio per Scuole, Oratori, Commercianti, Uffici Pubblici etc.
-Vetro e Lattine: raccolta personalizzata per quelle entità che producono quantità significative.
-Organico: raccolta personalizzata per attività di ristorazione

Sono 7.000 i cassonetti in città di cui circa la metà dedicati all’indifferenziato.

Per quanto riguarda la frequenza, vengono raccolte giornalmente i rifiuti indiferrenziati, in modo settimanale e bisettimanale le altre tipologie di rifiuto.

Al momento ci sono 5 isole ecologiche nel nostro comune.

Produzione dei rifiuti: circa 131.000 tonnellate all’anno di cui ben 81.752 di indiferrenziato.



Brescia risulta la provincia lombarda con maggior produzione di rifiuti pro-capite. Il raffronto con le altre province lombarde è abbastanza significativo. C’è sicuramente un grande apporto dei city users, mancano i limiti quantitavi per le attività non domestiche, forte peso delle attività industriali nel perimetro cittadino (non le si trovano nelle altre città della Lombardia), grande migrazione dei rifiuti da altri comuni.

E’ comunque interessante il fatto che da 803 Kg/abitanti*anno del 2007 si sia passati a 671 nel 2012.



Individuate 7 zone come campione è stata fatta un’analisi delle tipologie di rifiuto attuali.

All’interno dei nostri cassonetti c’è quasi il 24% di organico, 16% di plastica e circa un 29,5% assimilabili a Carta e Cartone e circa un 7% di Vetro.

A seconda delle zone, ci sia una tipologia davvero differente della raccolta. In un quartiere di uffici come Brescia 2, la Carta riceve quasi il 50% dell’indifferenziato. Nei quartiere Marcolini risulta una raccolta differenziata fatta meglio in quanto la quantità di rifiuti differenziabili presenti nell’indifferenziato è molto inferiore.



Da questa analisi si è proceduto a stimare quant’è la quantità di rifiuti che con un cambio di raccolta si potrebbero guadagnare.

I rifiuti ingombranti vengono stimati in % minime. Potranno essere assorbiti dalle Isole Ecologiche a patto di diffonderle sul tutto il territorio della città al contrario di auqnto accade oggi che le vede concentrate nella zona Centro-Sud.

Si raggiunge il 65% della Raccolta Differenziata stimando che tutto il differenziabile ad oggi presente nell’indifferenziato finisca nel differenziato facendo calare inoltre del 5% l’ammontare del raccolto andando ad eliminare i rifiuti che arrivano da Fuori città.

Domande e chiarimenti:

Laura Gamba – M5S

Raggiungendo il 65% di Differenziata, quanto verrà realmente inviato ai centri di raccolta?
Attualmente tutto quanto è raccolto con la differenziata. Non tutto al riutilizzo, ma tutto al riciclo. Per il PVC è molto difficilmente riciclabile e smaltibile. Nel recupero è materiale difficilmente recuperabile. La pulizia dei materiali è inoltre fondamentale. L’investimento in impianti di raccolta all’avanguardia, permette di differenziare meglio e più velocemente le varie tipologie di rifiuto e rendere quindi migliore la % dell’effettivo riutilizzato. Differente il discorso solo per la carta e l’organico dove il costo equivale a malapena o non equivale ai benefici economicamente. 
La produzione Pro capite di Brescia come fate a dire che prescinde dal sistema di raccolta?
Riportati i dati quali sono. Le interpretazioni non vogliono essere un giudizio ma solo uno spunto
Cambiare il sistema di raccolta non modifica in modo profondamente significativo il quantitativo pro-capite prodotto. Dove c’è un controllo il rifuuto cala ma da qualche parte quel rifiuto va, spesso nei paesi limitrofi dove il controllo ancora non c’è. A regime il rifiuto non calerà.
Abbiamo il 22 tonnellate di carta e 12 di plastica. Quanto rendono questo?
Stabilita la quantità differenziata, saranno meno costi e maggiori ricavi consegnandoli al mercato.
Perché non paragonare questi dati con i sistemi a calotta attualmente esistenti e raccolti da Aprica ?
Indagine fatta solo sui cassonetti aperti a Brescia per individuare la % di differenziato presente nei cassonetti
Cosa si farà per rifiuti tossici/farmaci etc in futuro?
Come avete individuato le 5 tonnellate di rifiuti proveninenti da fuori città?
Molto difficile da capire. Lo ipotizziamo sulla base dei quantitativi presenti nei cassonetti a bordo città e nelle direttrici di entrate rispetto al restante numero di cassonetti presente in città

Nicola Gallizioli – Lega Nord

·      Gli obiettivi sono quelli di aumentare la raccolta differenziata e ridurre il totale di 5 tonnellate all’anno. Non si parla di costi e di quali obiettivi vogliamo darci su questo tema.
·      Riduzione di 5 mila tonnellate all’anno, se non specifichiamo arrivamo a zero in qualche anno
o   Le 5 mile tonnellate all’anno sono una differenziazione sul precedente sistema, non una quantità cumulabile annualmente. Tonn/anno è solo una unità di misura
o   Ci sono molti altri obiettivi nella presentazione

o   Per raggiungere il 65% si punta a spostare dal indifferenziato al differenziato di una quantità compatibile con quanta trovata nell’indiferrenziato dalla indagine merceologica
Reazioni: 
rifiuti 3930048069440808036

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti