benzonifabrizio
Sto caricando...

Feria di Malaga: perchè andarci

E' la seconda volta che passo il mio ferragosto a Malaga.  Li per una settimana c'è la feria di agosto, conosciuta popolarmente come Gran Fiesta del Verano. Per una settimana la città diventa impressionantemente cosmopolita ed internazionale.
La festa dura dieci giorni, la prima sera, i cittadini e i milioni di turisti si riuniscono sulle spiagge della Malagueta, per ascoltare il “Pregon de la feria”, ovvero l'inaugurazione della festa.

A mezzanotte, al porto e nelle zone antistanti, iniziano i fuochi d'artificio.





Nel Paseo del Parque, si inaugura l'illuminazione artistica e nella plaza de la Marina si svolgono vari spettacoli musicali: flamenco, musica pop ecc…



Durante i giorni di feria, dalla mattina fino a tarda sera, ogni via attira l'attenzione dei cittadini e dei turisti, con spettacoli di ogni genere e movimento.
Nella calle Larios, si svolgono le ferias de Verdiales e nella plaza de la Marina, il Festival Internacional del Folklore, dove i ritmi, le musiche e le danze di tutto il mondo si fondono.

Nei locali, nei bar e nei cafè, si possono assaggiare le specialità locali e sorseggiare i tipici vini di Malaga, storicamente legati all'arte fonte di ispirazione letteraria per molti scrittori.
Un vino tipico è il Falstaff, dolce e fatto con uve moscate ed erogato da grossi botti di legno, il tutto accompagnato dalla note “tapas”.
Gli stand sono quasi tutti sponsorizzati dalla Birra San Miguel (presumo sia di Malaga) e da questo gusto liquore chiamato Cartojal. Io preferisco comunque il Tinto de Verano.




Girando per le strade capita spesso che molti vi offrano da bere dalle loro damigiane.
Il comune in questi giorni allestisce delle case prefabbricate, che nei giorni di festa fungono da locali. L'entrata alle casette è gratuito, ciò simboleggia il carattere aperto di questa festa, dove tutti sono invitati a godersi gli spettacoli e il cibo.




Migliaia di persone, si dirigono quindi nelle strade del centro e aspettano di assistere alle corride di tori nell'arena della Malagueta.



Il centro storico, diventa un luogo assolutamente da vedere, con le migliaia di persone festose e i banchi che vendono qualsiasi cosa (souvenir, fiori, dolci, panini, pesce fritto etc).

Quasi tutte le donne e le bambine indossano i classici abiti della tradizione da gitanas (gonne lunghe a balze con pizzi e corpetto fasciante ), e non è raro incontrare donne con i capelli legati con lo chignon, il grande pettine e la mantilla nera, così come si vestivano in Spagna fino al principio del XX secolo.


Viene inoltre eletta la Regina della festa, scelte tra le donne più belle della città.

Il primo sabato della Feria, dalle 11 di mattina, lungo il Paseo Central del Parque, di fronte al Comune della città, si riuniscono numerosissimi pellegrini, carri e carrozze ben decorate e un vasto pubblico, tutti pronti ad assistere all'inizio della Romería.
Il sindaco, consegna ad un rappresentante, la bandiera della città, dopo di che numerosi pellegrini, si dirigono verso il santuario de Nuestra Senora de la Victoria, che è la patrona della città.

Alle 8 circa iniziano ad arrivare i mezzi delle pulizie. La festa sta per chiudere in città. Le centinaia di migliaia di Persone si spostano nel Recinto Real, a 4-5 chilometri dalla città (8 euro di taxi).

Il Real, è un'area di circa cinquecentomila metri quadrati (si non avete letto male) formato da due distinte parti: un luna park con giostre ed attrazioni di ogni tipo, e centinaia di casette e stand che offrono a poco prezzo vino, birra, superalcolici e cibo di ogni genere. (circa 200 ristoranti e 40 discoteche oltre alle infinite balere).
Il Real della feria, oltre alle casette, ospita anche carrozze e giostre tipiche della festa e ogni giorno a mezzogiorno in punto, si svolgono passeggiate di carrozze e cavalli.
Tra l'altro nel campo delle esibizioni, si svolge il concorso di domatura di bovini.
In questa immensa area, la prima sera, si sono contate 1 milione 600 mila persone!!! (la città ha 560.000 abitanti!)







L'atto di chiusura della Feria si celebra il giorno 20, alle ore 22:30 con uno spettacolo finale che termina a mezzanotte con un meraviglioso spettacolo di fuochi d'artificio.

Esortare i cittadini a partecipare è superfluo. Le cifre parlano da sole: ogni anno, in 10 giorni, partecipano milioni di persone, attirate da questo clima festoso che oltre alla tradizione, al costume e al folklore, non trascura anche il divertimento e la gastronomia.



La città, per altro, offre anche altre interessanti attrattive: Il Museo di Picasso e il Teatro Romane, solo per citare quelle che sono riuscito a vedere in tre giorni.


P.S. in tutto ciò si mangia abbondantemente seduti polipo fritto, calamari e tapas con quindici euro ciascuno

Reazioni: 
Ubicazione: Málaga, Provincia di Málaga, Spagna
viaggi 1933988329817273769

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti