benzonifabrizio
Sto caricando...

Interventi sul Bilancio Previsionale 2014 di Brescia per Passione (di Fabrizio Benzoni e Mafalda Gritti)

Intervento di Fabrizio Benzoni

Per preparare il mio intervento di oggi, sono partito rileggendo il  mio intervento in Consiglio Comunale durante l’approvazione del Bilancio 2013 solo pochi mesi fa.
Concludevo quell'intervento, chiedendo all'ass.re Panteghini e al Sindaco di avverare quattro auspici del nostro gruppo in merito al futuro Bilancio 2014.


1) Portare il Bilancio Previsionale 2014 in tempi brevi in Consiglio Comunale, non a novembre!2) Abbassamento, anche se minimo, della tassazione e innalzamento delle esenzioni3)  Mantenimento dei Servizi4) Riduzione del deficit strutturale di Bilancio

Oggi questa è la situazione:

1) Siamo in aula a Marzo, avremmo potuto esserlo ai primi di gennaio se non avessimo dovuto aspettare il decreto legge del Governo sulla IUC.

2)La tassazione è stata abbattuta per la stragrande maggioranza dei cittadini bresciani non solo rispetto all'anno scorso, ma anche rispetto al 2012. 

3) I servizi ai cittadini sono stati mantenuti

4)Il deficit verrà ridotto, attraverso i risparmi sul personale ma soprattutto attraverso l'abbattimento del debito per la metropolitana e conseguentemente degli interessi passivi.


Sostanzialmente, questa maggioranza ha richiesto ai nostri concittadini sacrifici nel 2013, ha avuto il coraggio di farlo, al contrario di altri, per sistemare i conti comunali, e meno di anno dopo, proponiamo loro una tassazione inferiore a quella dell’ultimo anno paragonabile, il 2012, il tutto non solo chiedendo loro meno contributi, ma anche mantenendo invariati in servizi.

Nonostante la polemica, apprezziamo la certezza e la prudenza dei criteri con cui è stato creato questo bilancio.

Mi concentro in particolare sulla spesa capitale, lascio alla mio capogruppo quelli sulla spesa corrente. 

17,8 milioni di euro di investimenti, pochi se paragonati alle magnificenze inserite negli anni passati nei bilanci previsionali, molto se paragonati a quanto messo poi nei bilanci consuntivi.

Tante le operazioni che la Giunta Del Bono sta seguendo. A copertura sono finite però solo quelle certe. Non le vendite immobiliari per esempio (che speriamo possano dare ulteriore respiro agli investimenti ma che non sono al momento calcolate), non fantomatiche proventi da vendita di azioni che hanno permesso per anni di inserire nei bilanci previsionali, opere orgogliosamente rinviate di anno in anno.Sarebbe piaciuto anche a noi inserire ancora maggiori investimenti, la Pinacoteca innanzitutto,  fino ai progetti faraonici per permettere ai bresciani di sognare, potevamo inserirli nel bilancio previsionale, toglierli nel consultivo e re-inserirli nel prossimo mettendo in entrata, qualche frase generica sulla presunta vendita di beni di proprietà della Loggia. Abbiamo scelto di non farlo, in modo responsabile.


Oggi sono 17,8 mln di investimenti calcolati, che possono solo che aumentare. 

Investimenti che riguardano la Cultura, quarta cella del Capitolium, Apertura al Pubblico del Teatro Romano, Sistemazione del Viridarium, riguardano la Scuola, con manutenzioni straordinarie per 4,5 milioni di euro, riguardano la derisa edilizia cimiteriale, fondamentale anche quella, riguardano le piste ciclabili (450 mila euro), riguardano altre 4 postazioni di Bicimia.


E poi, finalmente, soldi certi appostati per le bonifiche. 2,5 milioni che permetteranno, alla fine dell'anno scolastico, di iniziare le bonifiche di due scuole.Una piccola goccia, servirebbe un lago lo sappiamo, ma è un inizio per uscire dalla siccità.


Intervento di Mafalda Gritti


IL DIBATTITO SUL BILANCIO RAPPRESENTA UNO DEI MOMENTI PIU’ IMPORTANTI DELL’ATTIVITA’ DEL CONSIGLIO COMUNALE  , NELLO SNOCCIOLARE NUMERI  IN REALTA’ SI SNOCCIOLANO  SOGNI E DESIDERI , SI INCOLONNANO ,BISOGNI E RISPOSTE , SI INDIVIDUANO PROBLEMI E SI CERCANO SOLUZIONI.

QUESTO SAREBBE IL NOSTRO COMPITO DI CONSIGLIERI MA, COME IN TUTTE LE VICENDE  POLITICO AMMINISTRATIVE CHE SI RISPETTANO , SUI BUONI PROPOSITI  PRENDE IL SOPRAVVENTO  LA POLEMICA, LA DEMAGOGIA,  L’INTERESSe DELLA PARTE POLITICA CHE SI RAPPRESENTA .
MA ANCOR PEGGIO , SI DISCUTE SENZA CONSIDERARE LE DIFFICOLTA’ DEL MOMENTO, I VINCOLI E LE LEGGI A CUI I COMUNI SONO SOTTOPOSTI DALLE NORMATIVE E DALLE DEVASTANTI FANTASIE DI COLORO CHE DI GIORNO IN GIORNO CAMBIANO E INVENTANO NUOVE FORMULE , NUOVE REGOLE (CAMBIANDOLE ANCHE IN CORSO D’OPERA) E NUOVI NOMI, ICI IMU TARES TASI IUC CON FINALITA’ NON SEMPRE NOBILI.
 I SINDACI , DI OGNI FORMA E COLORE  , ANCHE IN QUESTI GIORNI HANNO POSTO ALL’ATTENZIONE DEL GOVERNO LA NECESSITA’ DI UNA riforma che CONSENTA  una ridefinizione dei rapporti fiscali e finanziari tra Stato ed enti locali e CHE RIDIA  una piena autonomia A questi ultimi  .
ECCO PERCHE’ RITENIAMO SIA STERILE LA POLEMICA SULL’AUMENTO DELLE TASSE CHE QUESTA AMMINISTRAZIONE AVREBBE ATTUATO , MAGARI COSTRETTA NON SOLO DAL GOVERNO MA ANCHE DA UN PASSATO RECENTE CHE IN SEDE LOCALE  HA LASCIATO QUALCHE CONTO DA SISTEMARE.



sULLA PROPOSTA DI BILANCIO  oggetto del nostro dibattito quindi, vogliamo sottolineare che , nonostante i continui tagli ai trasferimenti e’ un bilancio che e’ riuscito a mantenere alte le cifre destinate ai servizi sociali .

le minori risorse  che noi vediamo sono i risparmi sulla spesa del personale  interne al settore e non sui servizi alle persone.


 La crisi economica sta aumentando i bisogni, le risorse in compenso diminuiscono. 
I servizi scolastici , i servizi agli anziani, i servizi ai disabili, gli asili nido, le scuole di ogni ordine e grado , i contributi alle famiglie bisognose ecc… sono cose che si possono fare se ci sono risorse adeguate, una programmazione adeguata  e una razionalizzazione dei servizi per dare comunque risposte di qualità anche in presenza di risorse non all’altezza e mi pare che la strada intrapresa dall’assessore Scalvini stia andando nella direzione giusta.


Noi non possiamo non continuare a sottolineare come , a fronte di una risposta ai bisogni dei cittadini in termini di servizi sia anche un problema di occupazione dei lavoratori dedicati a quei servizi.Continuiamo a pensare che il tema “lavoro” coniugato al tema dei servizi alle persone debba tornare a ritrovare una sua centralità perché è la strada  che ci consente di dare risposte concrete ai cittadini e di non penalizzare i lavoratori del settore.
E non volendo parlare solo di servizi sociali, ma anche del settore della cultura, si vede in questo bilancio una inversione di tendenza (vedi la voce biblioteche che per acquisto libri nel 2012 aveva 40.000 euro e in questo bilancio sono diventati 100.000 euro)
Nella voce investimenti troviamo nei capitoli dell’assessore Muchetti (con valenza sul tema cultura) il completamento della quarta cella per expo e la riqualificazione dell’area archeologica di via musei che porterà all’apertura al pubblico del Teatro Romano e del VIRIDARIUM .



Ma anche nella Pubblica istruzione dove risultano evidenti  gli sforzi fatti per recuperare risorse, sostituendoci anche a competenze non nostre,  nella volontà di risolvere alcuni dei molteplici problemi che affliggono la scuola , contrariamente a quanto fatto dallo stato che in questi anni sulla scuola pubblica è andato giù con la mannaia,
Ma anche di  quanto fatto dalla Regione Lombardia dove  quest’anno l’amministrazione Maroni , con una delibera approvata a gennaio e dai bei propositi, ha deciso di modificare i criteri di assegnazione  della dote scuola , tagliando il contributo ai redditi più bassi .Questo in buona sostanza significa che le famiglie di studenti delle scuole elementari statali lombarde con redditi da zero a 14.458 euro di  Isee , da quest’anno non avranno più alcuna integrazione al reddito proprio nel momento che le famiglie diventano sempre più povere. (si erogavano voucher che andavano da un minimo di sessanta euro a centodieci per alunno con reddito inferiore a 15.458 euro)Lo stesso trattamento viene inoltre riservato agli studenti del triennio delle superiori (3-4-5) ai quali veniva data sotto forma di voucher che andavano da un minimo di 140,00 euro a 290,00 per acquisti di beni e servizi scolastici .
Ci si potrebbe dire che in tempo di crisi sono necessari dei tagli e sarebbe onesto dirlo, in realtà si sono voluti aumentare i contributi a coloro che hanno un’isee fino a 38.000 euro per le scuole medie e superiori paritarie.
Agli studenti delle scuole statali il contributo è passato da 10 a 5 mlioni , mi pare un bel taglio .
Ecco perché facciamo fatica a credere alle “battaglie ideologiche a favore delle famiglie  che  strumentalmente risuonano in questa aula da coloro che, governando la città prima e governando da secoli la Regione, sulle famiglie e sui servizi hanno tagliato in maniera elegante ma pesantissima.
Noi pensiamo che lo sforzo fatto nel bilancio , di salvaguardare e migliorare i fondi destinati ai servizi scolastici , anticipo e posticipo orario entrata a scuola, dopo scuola, mensa ecc… siano importanti perché questi  servizi vanno nella direzione  dell’obbiettivo di conciliazione dei tempi di vita e tempi di lavoro delle famiglie ma soprattutto delle tante donne lavoratrici o in cerca di lavoro che con molta fatica riescono a trovare un’equilibrio tra la necessità o la volontà di lavorare , obbiettivo possibile solo se hanno a disposizione servizi scolastici efficienti, di qualità e non troppo onerosi , con scuole accoglienti e sicure , da qui anche la necessità portata avanti dai sindaci e che sembra abbia finalmente trovato ascolto , di far uscire dal patto di stabilità il tema dell’edilizia scolastica e della messa in sicurezza degli edifici scolastici.



Il bilancio non è solo un fatto contabile , una combinata di numeri ma una ricerca di equilibrio tra le risorse a disposizione e le priorità che  una amministrazione delinea  nelle linee programmatiche del Sindaco a inizio mandato .
Noi riteniamo che questo equilibrio in questo bilancio sia ampiamente rispettato e che sono quindi da noi condiviso e valutato positivamente.


Reazioni: 
Ubicazione: Palazzo della Loggia, Piazza della Loggia, ., 25121 Brescia BS, Italia
tasse 7440737163034249731

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti