benzonifabrizio
Sto caricando...

La posizione di Brescia per Passione sull'istituzione dei Consigli di Quartiere (di Mafalda Gritti)

Un grazie non formale all’assessore Fenaroli , ci ha offerto oltre che una proposta anche un pensiero che può solo farci bene.
L’infausta decisione di chiudere l’esperienza delle circoscrizioni nella città con eno di 250.000 abitanti ha creato un problema di relazione e partecipazione dei cittadini alla vita politica e amministrativa costringendo molte città a cercare soluzioni alternative capaci di rispondere a quell’esigenza di partecipazione dei cittadini e anche come  strumento di attenzione e di ascolto da parte degli  amministratori.



Per Brescia che ha vissuto in maniera sostanzialmente positiva l’esperienza delle circoscrizioni , la ricerca di un nuovo modello non è stato semplice a ha potuto partire dall’esperienza concreta sul territorio e da questa trarne ispirazione raccogliendo i vantaggi di quell’esperienza e cercando di superarne i limiti che comunque esistevano , adeguando il novo modello ad una diversa articolazione del territorio , delle esigenze dei cittadini e delle ridotte capacità economiche e organizzative che i comuni hanno a disposizione .
Con il venir meno di quell’esperienza è venuto meno uno storico punto di riferimento per la rappresentanza periferica degli interessi dei cittadini che vivono in quel territorio  alla partecipazione attiva e allontanando lei dai luoghi di dibattito e di decisione.
Questo è un problema che è ormai all’attenzione degli amministratori ma che fino ad ora non ha trovato una risposta.



E’ stato oggetto di attenzione dei programmi elettorali di molte forze politiche  e liste civiche oggi presenti in consiglio, ed è stato un’importante  punto del programma di Brescia per passione.
Ma soprattutto è un punto importante delle  linee di programma del sindaco Del Bono e di questa amministrazione  e ci fa particola rete piacere che in tempi molto rapidi si stia giungendo ad una sua definizione.
Ed è questa la ragione per la quale vogliamo esprimere un particolare apprezzamento nei confronti dell’Assessore  Fenaroli non solo per la tempistica con cui ha portato avanti questa proposta , non solo per i contenuti che condividiamo pienamente ma anche per le modalità di apertura e confronto in fase di costruzione del progetto e con più passaggi anche in commissione e di questo va riconosciuto il merito alla Presidente Parmigiani.
Ma anche e soprattutto alla sua apertura su alcuni punti che avevano posto come brescia per passione , vedi il voto ai sedicenni che ha trovato il consenso di tutta la maggioranza ma che spero trovi il consenso di tutti i consiglieri.
Qualcuno ha citato un emendamento che avremmo presentato e poi ritirato io voglio dire che noi non abbiamo presentato alcun emendamento perché non ve ne è stato bisogno in quanto la maggioranza ha convenuto su questo obbiettivo e mi fa piacere  che siano i giovani in prima persona a proporlo oggi con il loro emendamento.
Con questa delibera noi stiamo disegnando nuovi spazi istituzionali nei quali condividere le decisioni politiche dell’amministrazione e che siano organismi facilitatori di rapporti tra l’amministrazione comunale e i cittadini.



Durante la presentazione dell’urban center 3 sono state le  parole chiave INFORMARE ASCOLTARE CONSULTARE , noi crediamo che queste tre parole siano fondamentali in ogni azione e contesto amministrativo , ma ancor più la dove si parla di organismi democratici di partecipazione quali sono i consigli di quartiere.
Per questa ragione vogliamo sottolineare l’importanza di quanto scritto nell’ultimo capitolo della delibera e cioè la volontà di andare in ogni quartiere  a presentarla consentendo ai cittadini di fornirci ulteriori spunti e proposte che ci consentono di perfezionare lo strumento che meglio può aiutarci al raggiungimento dell’obbiettivo della partecipazione .
Ed è proprio il tema della partecipazione diffusa e della cittadinanza attiva che ha spinto Brescia per passione a chiedere attenzione al voto ai sedicenni.
Non vi è alcun interesse elettorale, l’ha detto bene Fenaroli che il voto non può e non deve essere guardato in modo utilitaristico.
In realtà noi siamo certi che nelle nostre città vi siano molti giovani che scevri da infarinature  più o meno ideologiche , sono già oggi parte attiva della loro quotidianità , nel loro mondo.
Sono cittadini che pur non avendo ancora compiuto la maggiore età svolgono ruoli importanti, si impegnano nell’associazionismo ( Scaut , oratori ecc) sono sensibili al tema della pace e della solidarietà , sono attivi e propositivi già oggi nella scuola ( consigli d’istituto).



Siamo  contenti che Brescia  con questo strumento possa dare voce anche alle loro esigenze perchè crediamo che i consigli di quartiere non possano rinunciare al supplemento di idee ed entusiasmo di cui sono portatori.
A chi  obbietta che forse loro stessi non andranno a votare e non avranno voglia di  partecipare possiamo rispondere , come ha detto prima l’assessore Fenaroli , noi oggi stiamo  mettendo a disposizione dei cittadini residenti, anche di coloro che pur non avendo la cittadinanza abitano , studiano e lavorano nella nostra città e che abbiano compiuto 16 anni, un importante strumento di partecipazione che sarà accolto (noi speriamo che siano in tanti) da tutti coloro che ne comprendono la portata .
Chi verrà utilizzarlo lo potrà fare esercitando un diritto di voto che è appunto un diritto e non un obbligo.
E su questo principio si basa la nostra convinzione che un quorum non abbia ragione di esserci.
Con l’approvazione di questa delibera noi oggi possiamo dire di aver iniziato un percorso partecipativo restituendo un pezzetto di democrazia che ci era stato tolto e che vogliamo ripristinare.

Mafalda Gritti
Brescia per Passione


Reazioni: 
Ubicazione: Palazzo della Loggia, Piazza della Loggia, ., 25121 Brescia BS, Italia
sedicenni 4278936386881188602

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti