benzonifabrizio
Sto caricando...

Appunti dalla Commissione Urbanistica + Ambiente: la petizione del Co.di.Sa San Bartolomeo

Oggi è stata convocata una Commissione congiunta Ambiente + Urbanistica.

All'ordine del giorno la petizione del Comitato Difesa Salute e Ambiente sezione territoriale di San Bartolomeo riguardante gli interventi sul piano di vista ambientale per il quartiere e richiesti da quasi 1.200 firme.

Una petizione che ha scaturito non poche polemiche e che si incentra sopratutto intorno all'osservatorio sulla principale realtà produttiva presente nel quartiere, la storica azienda Ori Martin.




Questo il mio intervento:

Ringrazio i due presidenti per la scelta di convocare una commissione congiunta su questo tema e ringrazio i tecnici per averci dato una crono-storia esatta di quanto accaduto fino ad ora.
Credo che la politica debba smettere di litigare sui temi ambientali e su quello, scottante, della presenza delle industrie nella nostra città. Perchè c'è un obiettivo che dobbiamo perseguire, un obiettivo che va al di la di destra e sinistra e che è quello di continuare a far prosperare, soprattutto in un momento come questo, le aziende e i posti di lavoro rimasti, ma senza dimenticare gli abitanti del quartiere (non dimenticando i lavoratori) che passano le giornata dentro e attorno all'acciaieria e che richiedono tutela ambientale.

Credo che possa sembrare cosi un obiettivo utopico di un giovane consigliere, eppure, il Caso Alfa Acciai in città ha dimostrato come in città, in pochissimi anni, si sia passato non solo al dialogo fra aziende e cittadini, ma soprattutto ai fatti con investimenti concreti per la mitigazione del rumore e dell'inquinamento.
Problema risolto? Assolutamente no, ma il dialogo e le disponibilità dell'azienda e i soldi spesi per i primi interventi sono sicuramente dei passi in avanti.

A San Bartolomeo la situazione è sicuramente in uno stato più arretrato.

L'Arch. Ribolla ha spiegato molto bene le richieste dell'azienda, e le criticità urbanistico-viabilistiche della zona.
La dott.ssa Rossi ha raccontato invece le tappe politiche che hanno portato alla costituzione dell'Osservatorio e soprattutto a quanto l'osservatorio ha prodotto in questi mesi.

Ho quindi un richiesta e un'osservazione da fare su questo tema:




Perchè, se c'è un motivo, non sono stati invitati all'osservatorio come membri anche rappresentanti della Provincia, dell'ASL, dell'ARPA, altri enti che hanno competenze forti sul tema e che, attraverso il loro coinvolgimento, permetterebbero di vedere in modo completa il problema permettendo una maggior velocità nell'iter di risoluzioni del problema.

Secondo punto invece, è un osservazione politica. In questo ultimo periodo la politica è stata veloce a porre delle soluzioni sulle problematiche urbanistico-viabilistico, con soluzioni che sembrano in parte accontentare molti e di buon senso. Con la stessa velocità con cui si è data risposta a questi temi, non siamo stati capaci di dare risposte ai temi ambientali.
La petizione dei cittadini non fa richieste strampalate. Chiede in gran parte monitoraggio dell'inquinamento e coinvolgimento nell'analisi dei dati, che devono arrivare di continuo, non una tantum.

Ecco quindi perchè la questione urbanistico è fortemente collegata a quella ambientale.

E' quindi normale che accogliendo le richieste dell'azienda, si debbano richieste anche interventi permanenti per il monitoraggio ambientale. I cittadini chiedono solo dati e chiarezza! Oltre a ciò, si debbono, con il buon senso e nel medio lungo periodo, richiedere interventi permamenti per la mitigazione dell'inquinamento e del rumore. 
Reazioni: 
Ubicazione: Via Giuseppe Salvadego, 25128 Brescia BS, Italia
TUTELA AMBIENTALE 7888022172455717519

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti