benzonifabrizio
Sto caricando...

Brescia: inquinamento passato, presente e soprattutto futuro!

Che Brescia sia una delle città più inquinate d'Europa, lo si sa oramai. Tanti sono i casi d'attualità che portano Brescia non solo sulle cronache locali.

La campagna elettorale si è concentrata molto sui casi più esplosivi, su quelle aree che, a causa dell'inquinamento passato, risultano oggi in fase emergenziale (ecco qualche piccola buona notizia sul caso Caffaro!)




In molti hanno anche sottolineato come vi siano i rischi di creazione di nuovo inquinamento, vedi nella zona di Buffalora.

C'è una cosa però che in troppi si sono dimenticati di dire. Oltre al molto inquinamento già presente sul nostro territorio in tutti i campi (aria, acqua, terra), ogni giorno se ne aggiunge di nuovo.

E' stato detto in uno degli incontri fra candidati sindaco a cui avevo avuto l'onore di partecipare all'ITIS Castelli, lo è stato detto da Ruzzenenti in un incontro alle scuole Bettinzoli di Brescia.

Lo dico leggendo, per l'ennesima volta, di un nuovo caso di inquinamento del fiume Mella, in questo caso, non meno importante, a sud di Brescia.


Il Mella è troppo spesso trattato come pattumiera. Purtroppo, molto spesso questo accade a Nord del nostro comune contribuendo a peggiorare la situazione di tutti i territori già interessati dal caso Caffaro. Brescia ha però una sua autorevolezza e può chiedere di intensificare i controlli alle autorità competenti oltre che programmare tavoli di incontro con i sindaci dei comuni della Valle Trompia.
Auspico al più presto lo faccia il nostro ass.re all'ambiente Fondra.

Se è scandaloso che questo sia accaduto nel passato, non possiamo permettere accada in futuro!
Reazioni: 
Ubicazione: Puegnago sul Garda BS, Italia
schiuma 381264874313266957

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti