benzonifabrizio
Sto caricando...

Quote Rose - occasione mancata

Mi spiace vedere che siano proprio due donne del centro-destra (Mariachiara Fornasari PDL e Simona Bordonali Lega Nord) a spiegare la loro contrarietà ad inserire nello statuto comunale quote rosa del 50% per le future Giunte.






Dopo mesi di discussione, infatti, ieri al commissione statuto a votato bocciando l'introduzione di tale norma.

Dispiace ancor di più che le uniche due voci fuori dal coro siano state quelle della nostra lista civica attraverso Laura Castelletti e di Donatella Albini (SEL). Più di una volta Laura aveva cercato di creare una corvergenza bi-partisan attorno a questa norma.

Va sottolineato come anche Emilio Del Bono, impossibilitato a presenziare per impegni di lavoro, avrebbe votato a favore dell'introduzione della quota rosa.

Il fatto che gli assessori vadano individuati per competenza e non per quote è da un certo punto di vista vero, come dice la Fornasari, soprattutto se si guarda al resto dell'Europa dove le competenze regnano e le quote rosa (anche dove non vincolate) raggiungono quasi sempre il 50% se non più.

Purtroppo la situazione italiana è ben differente. Le quote rosa nelle giunte e nei cda è bassissima nonostante, e voglio vedere chi lo nega, le competenze anche femminili ci sono, e sono davvero tante!

Obbligarlo per legge è davvero stupido, da un certo punto di vista, ma forse l'unico modo per muoverci verso una direzione di modernità e di pari oppurtunità oltre che, appunto, di competenze.

Per Brescia per Passione non è un grosso problema! Ci candidiamo a governare e se i bresciani ci daranno fiducia, con o senza vincolo, noi rispetteremo le quote in giunta chiamando donne competenti anche in ruoli importanti! Il fatto che vogliamo il primo sindaco donna nella storia della nostra città ne è un esempio!

Reazioni: 
simona bordonali 7426527935852664573

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti