benzonifabrizio
Sto caricando...

Crisi Economica e Pagamenti

La parola Crisi è oramai una delle più diffuse fra quelle che quotidianamente sentiamo.


Tanti a mio avviso la utilizzano a sproposito ma sopratutto non la si affronta con il giusto approccio.






Finalmente domenica scorsa ho visto una puntata di Presa Diretta su Rai3 che ha raccontato un aspetto della crisi che tanti conoscono, purtroppo, piccoli imprenditori in primis, che in pochi raccontano così bene!


Sono tante, troppe, le aziende fortemente in crisi non per la diminuzione del proprio lavoro o del proprio fatturato bensì' per i mancati pagamenti. In Italia non pagare è diventato oramai una tradizione, i tempi dei pagamenti si allungano sempre più ma soprattuto diventa sempre più impossibile avere questi soldi, anche dopo 90 o 120 giorni dalla consegna della merce, del servizio.






Questa è, a mio avviso, il vero e principale elemento di difficoltà per le aziende, elemento a cui vanno a correlarsi alcuni fattori aggravanti:
  • non vi è alcun modo per prendere realmente i soldi dovuti, aziende aprono e chiudono dimenticandosi dei propri creditori
  • oltre al danno la beffa: le aziende, anche se non hanno ancora incassato il denaro sono costrette a pagare le tasse su questo "presunto" incasso
  • le banche, pur conoscendo questa situazione, sono un elemento fortemente rallentante perché non si assumo il alcun rischio in tal senso, lasciando l'imprenditore a secco di liquidità e di conseguenza mettendo in seria difficoltà l'azienda stessa
  • Il primo non pagatore, e questo è l'elemento peggiore, è lo stato! Se lo stato pagasse tutti i suoi debiti nei confronti dei fornitori ci sarebbe una botta di liquidità per il mercato pazzesca, altro che incentivo alla crescita!
Non trovo ahimè il link del bellissimo servizio, trovo però un articolo che riassume uno dei casi chiave, quello dello mectex di Erba!






Reazioni: 
Ubicazione: Via Tosio, 15, 25121 Brescia BS, Italia
stato 1972935464511458230

Posta un commento Disqus

Home page item

Seguimi!

Articoli più letti